Lezioni su Mente e mondo di John McDowell

Le pagine che seguono restituiscono le linee generali del corso di filosofia teoretica che ho tenuto presso l’Università degli Studi di Milano nell’anno accademico 2009-10. L’argomento del corso (Mente e mondo di John McDowell) e la sua destinazione (gli studenti del primo anno di filosofia nella laurea triennale) sono in larga misura responsabili della forma di queste…

Scrivere il fenomeno

Che cos’è stata e che cos’è ancora la fenomenologia? La domanda conosce oggi una rinnovata attualità, anche per il bisogno ricorrente di far chiarezza sui rapporti, quanto mai probleamtici e complessi, tra Husserl, fondatore della fenomenologia, e Heidegger, suo principale discepolo, nonché sul loro per molti versi opposto e conflittuale modo di intendere il compito…

Filosofia e geometria. Lambert interprete di Euclide

Alle soglie del parziale divorzio kantiano tra filosofia e matematica, proprio quando il mondo filosofico si alleava contro il morbus mathematicus che aveva imperversato con la scuola wolfiana, Lambert denuncia lo stato “pre-euclideo” della metafisica del tempo. Sino ad allora ci si era rivolti a un Euclide dimezzato, trascurando i postulati, i compiti, l’anatomia, la…

Il mestiere di pensare è un manifesto

Riflessioni sul testo di Diego Marconi Il mestiere di pensare, Einaudi, Torino 2014   Il mestiere di pensare è un manifesto. Vorrei cominciare con questa affermazione, che suona forse un po’ provocatoria (e intende in parte esserlo), perché riassume icasticamente la funzione che questo breve libro può svolgere per un giovane (aspirante) filosofo, che a…

Intendere l’unità degli opposti: la dimensione musicale nel concetto eracliteo di armonia

Le immagini che si inseguono nei frammenti eraclitei puntellano una riflessione difficilmente decifrabile, che interroga il lettore, mettendolo di fronte al tema dell’inafferabilità della forma. Il continuo mutare del fuoco, il modificarsi nel fluire di un fiume, l’improvviso scindersi della medesima via in due direzioni, l’impossibilità di distinguere l’inizio e la fine nel cerchio opacizzano…

Questioni di dettaglio. Una critica non-concettualista alla filosofia della percezione di McDowell

Mente e mondo di John McDowell è considerato uno dei libri di filosofia più influenti e originali degli ultimi anni. In particolare, ha generato una discussione accesissima la tesi sostenuta da McDowell secondo cui gli stati percettivi avrebbero contenuto concettuale. Contro questa tesi, filosofi come Christopher Peacocke, Tim Crane e José L. Bermúdez hanno diretto…